Hatchback, le berline a 2 volumi

Hatchback o Due Volumi

Le atuomobili berline vengono chiamate nei modi più differenti secondo la nazione e la lingua; per esempio, in america sono note come Sedan, in inghilterra come Saloon, in tedesco come Limousine ed in francese come Berline.

Tutti questi nomi derivano direttamente dai diversi termini utilizzati in passato per indicare gli abitacoli di carrozze e delle portantine.

Ai veri termini in uso si aggiunge però la parola "hatchback", oggi utilizzata per indicare le automobili con carrozzeria berlina a 2 volumi; il termine diriva dalle parole inglesi "hatch" e "back", tradotte in portello posteriore.

Questo tipo di auto venne ideata in Francia verso la fine degni anni '30 al fine di soddisfare maggiormente le esigenze della clientela.

L'idea fu dunque quella di fondere le caratteristiche della carrozzeria delle normali berline con le funzionalità delle auto station wagon, note anche come famigliari.

Il nuovo tipo di carrozzeria non sembrò spopolare come previsto e dovette attendere gli anni '60 per affacciarsi sulle terre d'oltralpe.

La diffusione vera e propria si ebbe invece nel corso degli anni '70 durante i quali la tipologia hatchback iniziò ad aumentare nel campo delle auto di piccola cilindrata per poi divenire predominante, solo più tardi, anche nel mondo delle auto di media cilindrata.

Ad oggi, le automobili hatchback sono discretamente diffuse se pure in maniera minore rispetto le normali berline a tre volumi e sono per lo più conosciute come berline 2 volumi.

L'incrocio delle due carrozzerie ha consentito una forma tendenzialmente cuneiforme dell'auto pur privando la 2 volumi dell'ampia capacità di carico delle tipiche berline a 3 volumi.

Navigare Facile